Dove bere e mangiare a Parma

La gastronomia alternativa della città ducale.

Skyline di Parma in stile giocoso con sfondo costruito da un grafico

Parma è una città che offre una vasta proposta di locali lontani dal circuito di premi fittizi e folle turistiche. Una piacevole scelta di coerenza mantenuta nonostante nel 2015 la patria del prosciutto cotto abbia ricevuto il titolo di Patrimonio Unesco per la cucina creativa (unico caso in Italia) e sebbene i riflettori delle principali guide e riviste abbiano riversato in questa regione folle di viaggiatori assetati e affamati di conoscenza gastronomica, ciò non ha minimamente scalfito l’anima e l’essenza dell’arte culinaria regionale, che è stata capace di resistere alla facile tentazione di un abbassamento della qualità per ricercare un maggiore profitto. Ecco a voi la lista dei locali da provare.

Enoteca Tabarro

Foto di un tagliere di salumi
Il Tabarro è un’enoteca celebre per la sua selezione di vini naturali ed artigianali, una realtà che prima di altre ha fatto della propria identità contadina il vero punto di forza.

Info

Strada Luigi Carlo Farini, 5/B - Parma

Osteria Virgilio

Forme di formaggio
Altra esperienza da vivere è gustare la cucina e la carta dei vini dell’Osteria Virgilio, situata nel quartiere Oltretorrente, dove piatti apparentemente poveri nascondono una ricerca maniacale della materia prima.

Info

Str. Giovanni Inzani, 3 - Parma

Officina alimentare dedicata

Piatto fine cousin di pesce
Il ristorante Officina alimentare dedicata è aperto da pochi anni ed è gestita da tre donne (Ottavia, Giulia, Federica), che sensibili al ritmo della natura propongono senza compromessi piatti stagionali ed anche qui i vini sono espressioni autentiche di contadini che lavorano la vigna come una volta.

Info

Via Ferdinando Maestri, 11/A – Parma

“Consigliamo ai lettori di contattare direttamente il ristorante per ottenere informazioni più recenti prima di pianificare la visita, perché nel mondo della ristorazione le situazioni possono cambiare rapidamente e gli indirizzi da noi consigliati potrebbero aver modificato i loro orari, menù o persino aver chiuso. Ci scusiamo per eventuali inconvenienti causati da informazioni non aggiornate”.

© riproduzione riservata