I migliori ristoranti giapponesi a Roma

Dove gustare la vera cucina del Giappone.

I migliori ristoranti giapponesi a Roma

Mangiare cibo giapponese non è difficile, mentre assaporare la vera cucina nipponica è impresa ardua, ma non impossibile. È per questo che nascono le nostre rubriche, capaci in poche righe di consigliarvi i migliori posti dove bere e mangiare. Nello specifico, va premesso che la gastronomia asiatica autentica è molto distante dai nostri sapori, spingendo molte realtà a proporre piatti di mediazione tra il gusto occidentale e gli ingredienti del Sol Levante.

Avete notato che il classico sushi viene proposto con salmone e tonno e non con altre tipologie di pesce? Insomma, sebbene la proposta romana e italiana possa sembrare ampia e variegata sono pochi i posti capaci di regalare emozioni genuine.

Ecco dove mangiare i migliori piatti giapponesi a Roma

Umami

Umami
Umami è una fedele trattoria giapponese dove sperimentazione e rispetto per la tradizione sono due elementi imprescindibili l’uno dall’altro, insieme alla scelta di materie prime genuine di alta qualità, dal pesce scelto scrupolosamente alla carne attentamente selezionata. Tra gli antipasti (zensai), consigliamo la wakame e la sunomono. La selezione beverage è un trionfo di sakè artigianali e whisky nipponici, ma ciò che renderà unica questa esperienza è la proposta di liquori tipici come l’umeshu, una bevanda ottenuto dalla fermentazione di prugne, e la kombucha, un drink leggermente frizzante a base di tè zuccherato fermentato.

Info

Via Mario Menghini, 99 (Colli Albani)

Ramen Bar Akira

RAMEN BAR AKIRA
Akira è un luogo dove ristorazione e street food giapponese si fondono in un’unica realtà, qui infatti, è possibile anche consumare onigiri e sashimi preparati sul momento o sedersi in sala e gustare (forse il miglior ramen) di Roma.  

Info

Via in Arcione, 71 (Centro storico)

Taki

Taki
L’atmosfera è molto gradevole grazie alla scelta di decorare gli spazi esterni con piante di bambù e alla presenza nelle sale interne di mobili tradizionali e ceramiche provenienti dal Giappone. La selezione della carne è rivolta a prodotti premium con la possibilità di gustare la pregiatissima Hida Wagyu in diverse preparazioni. Da provare il Kamo Roast, un’anatra cotta a bassa temperatura e scottata con tre salse differenti. Notevoli anche i dessert come la Matcha cake o il Sakura Mochi, un dolce di riso e fagioli rossi azuki ricoperto da foglie di ciliegio.

Info

Via Marianna Dionigi, 54-62 (Centro storico)

Sushisen

Sushisen
Il trionfo del fine japanese cuisine è servito! Potrebbe bastare questa frase per descrivere l’attenta e meticolosa proposta dello chef Eiji Yamamoto, ma sarebbe riduttivo perché la creatività che troverete qui vi lascerà senza parole e sarà superfluo anche solo accennare a quale commento. È una cucina da gustare con calma e da provare in diversi periodi dell’anno perché ogni stagione propone ingredienti differenti; quindi, non fate vi sfuggire l’occasione di provare l’esclusivo percorso di degustazione Omakase (significa “mi fido di te”), contraddistinto dalla presenza di piatti ricercati. Le sale in coerente stile zen, ideate da architetti giapponesi, sono la perla che rende questo posto un piccolo pezzo di Giappone a Roma.  

Info

Via Giuseppe Giulietti, 21/A (Ostiense)

Hasekura

Hasekura
Se amate l’originalità senza compromessi avete scelto il ristornate giusto; infatti, il rispetto per le tradizionali ricette giapponesi è un imperativo che si rispetta dal 1993, anno in cui il locale ha servito il suo primo piatto. Il sushi di anguilla e ostriche fritte sono due validi esempi di come la brigata segua diligentemente l’antico solco culinario nipponico. Il pesce, sempre fresco, proviene dal mediterraneo (Sardegna, Civitavecchia e Anzio). Immancabili gli hosomaki e nigiri di crostacei.  

Info

Via dei Serpenti, 27 (Monti)

“Consigliamo ai lettori di contattare direttamente il ristorante per ottenere informazioni più recenti prima di pianificare la visita, perché nel mondo della ristorazione le situazioni possono cambiare rapidamente e gli indirizzi da noi consigliati potrebbero aver modificato i loro orari, menù o persino aver chiuso. Ci scusiamo per eventuali inconvenienti causati da informazioni non aggiornate”.

© riproduzione riservata